Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Svolta Prandelli: per i social decideranno i giocatori

Il CT dell'Italia ha dichiarato che non vieterà l'uso dei social media durante i Mondiali in Brasile, ma annuncia un confronto diretto con la squadra per decidere le forme di utilizzo dei social che possano rispettare le esigenze dei giocatori.









"Social media sì, social media no". Questo interrogativo shakespeariano sta tenendo banco nei pre ritiri delle nazionali impengate nella preparazione alla Coppa del Mondo. Alcune federazioni hanno già scelto di vietare l'uso dei social, prima tra tutte la Francia di Didier Deschamps che pochi mesi fa aveva dichiarato: "Ci sono aspetti positivi dell'avvento dei social network e dei nuovi modi di comunicare che hanno introdotto, ma sarò attento perché rischiano anche di essere fonti di conflitto. Vedremo cosa si potrà fare. Oggi di dibattiti ce ne sono già abbastanza e si rischiano danni collaterali dovuti ad una comunicazione continua che sempre più spesso viene interpretata male. Perciò da una piccola scintilla si può scatenare rapidamente un grande incendio".

Per quanto riguarda l'Italia invece c'è da sottolineare l'inversione di rotta del Commissario Tecnico Cesare Prandelli che dopo l'iniziale rifiuto a Ottobre dell'anno scorso, ora ha optato per un confronto diretto con la squadra in modo da capire quali fossero le esigenze dei propri atleti in materia di social media.In una recente intervista alla Rai, Prandelli ha detto: "Il primo punto all'ordine del giorno il Martedì sarà quello dei social network. Non è un problema per me. Spero che i giocatori possano decidere una linea comune. Mi piace l'idea che la squadra si assuma le proprie responsabilità e sia attivamente nelle decisioni".Per la prima volta nell' "Era Prandelli" anche le famiglie dei calciatori saranno ammesse a Casa Azzurri, il quarter generale dell'Italia a Mangaratiba,100 km da Rio de Janeiro.
"Sarà un bene per il gruppo. L'armonia e la presenza di bambini aiuteranno stemperare l'enorme quantità di tensione che si creerà." ha affermato Prandelli.

Questa "svolta social" nelle scelte del CT di Orzinuovi sembra casuale, ma in realtà potrebbe non essere così. I social media sono diventati infatti parte integrante della vita degli sportivi che ora hanno spazi digitali nei quali possono confrontarsi con i tifosi e offrire loro contenuti esclusivi come foto behind the scenes che permettono di vivere in modi del tutto nuovi una competizione di rilevanza mondiale come l'evento che avrà luogo tra pochi giorni in Brasile.
Inoltre i social sono divenuti importanti canali di comunicazione commerciale per gli sponsor degli atleti. Attraverso lo storytelling e il racconto dell'esperienza d'uso il giocatore diventa un promoter affidabile del prodotto/servizio che lo sponsorizza e i social network sono la parte fondamentale di questa comunicazione promozionale tra l'atleta e I suoi tifosi.Pertanto nel prossimo futuro pare impensabile un divieto assoluto dell'uso dei social media poiché queste piattaforme sono sempre più parte integrante dei contratti di sponsorizzare stipulati tra brand e atleti e ciò comporta che gli stessi sportivi debbano rispettare le esigenze commerciali del marchio sponsorizzatore.

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email