Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Gli Hangout diventano shoppable. Il futuro dell'e-commerce sportivo?

Google+ ha lanciato un servizio che permette di fare acquisti direttamente dal proprio profilo sul social. ‘Google+ Shoppable Hangout‘ si propone di rivoluzionare l'e-commerce, anche in campo sportivo.







Immaginate di partecipare ad un Google+ Hangout organizzato dalla vostra squadra del cuore e avere la possibilità di parlare con il vostro atleta preferito. Nulla di impossibile oggi grazie agli Hangouts di Google+, la tecnologia di Mountain View che si sta imponendo come leader sul mercato delle conference call ma che ha trovato spazio anche in ambito commerciale e sportivo.
Numerose sono le squadre ad aver adottato questa tecnologia inglobandola nelle proprie strategie digitali in modi sempre più creativi. Dai primi Hangout, molto simili alle conferenze stampa come quello organizzato da AC Milan con l'ex giocatore Daniele Massaro, i club sportivi hanno fatto molta strada. Gli esempi più recenti spiccano per la creatività dei digital team che li hanno organizzati: il #MUFrontRow del Manchester United e la 'Colazione con Campione' della Juventus sono gli ultimi due esempi di come la pratica dell'Hangout si sia diffusa ed evoluta in poco tempo.

Fino ad ora quindi gli Hangout erano stati utilizzati principalmente per coinvolgere i fan e, nel caso della Juventus, per promuovere uno degli sponsor societari. Adesso sembra però che la piattaforma di Google abbia compiuto un'accelerata improvvisa verso l'e-commerce. 
Nelle scorse settimane è stata realizzata una collaborazione tra Google e la stilista belga Diane von Furstenberg per lo sviluppo di un Hangout 'shopping friendly' che permettesse ai partecipanti di interagire con la stylist ma anche di acquistare i prodotti del brand DvF mostrati in una barra laterale.
Così, mentre l’utente parlava con gli altri partecipanti, poteva facilmente fare acquisti. Tre diverse linee di prodotti divise in categorie categorie erano presenti sul lato destro della schermata, con le immagini dei prodotti cliccabili, che portavano il cliente direttamente al sito e-commerce del rivenditore, dove si poteva completare la transazione.


Lo Shoppable Hangout è unico nel suo genere nonché primo di una serie di collaborazioni previste con altri membri del CFDA (Council of Fashion Designers of America). La Von Furstenberg è stata la prima a testare l'idea forte della sua carica di presidente del CFDA. Google e von Furstenberg non hanno fornito dati o statistiche di vendita generati dell'Hangout, ma la collaborazione ha creato una grande risposta tramite un teaser video, che ha ottenuto 2,3 milioni di visualizzazioni su YouTube.
La prossima partnership di Google sembra già essere stata programmata e la scelta pare essere caduta sulla designer Rebecca Minkoff, che non è nuova all'impegno digitale avendo già collaborato con Tumblr e Instagram al debutto nuovi look prima del lancio di una delle sue collezioni.

Ma un'innovazione di tale portata non può certo limitarsi al settore sportivo. Dato il successo degli Hangout nello sport sarebbe bene che anche le squadre sportive cominciassero a pensare di stringere collaborazioni con Google per sviluppare iniziative commerciali su Hangout. Queste, oltre ad essere incluse in una strategia digitale a lungo termine, dovrebbero mirare a per favorire la commercializzazione del brand e la vendita di prodotti di merchandising attraverso il coinvolgimento dei tifosi.

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email