Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Twitter, uno stadio globale per la #WorldCup

La rassegna internazionale si è conclusa con il capitano della Germania Philipp Lahm che ha alzato la coppa al cielo. 
Ma ora è tempo di valutare i risultati raggiunti, sia per le squadre, sia per le piattaforme digitali che hanno giocato un ruolo chiave nel successo della competizione.




L’edizione 2014 dei Mondiali non verrà ricordata solamente per il gioco sul campo e la celebre  caduta dei superfavoriti brasiliani al cospetto dei campioni della Germania, ma anche per l'altra Coppa del Mondo, quella che si è giocata sul web.
Twitter è stato uno degli stadi globali con più presenze durante tutta la competizione con grandi volumi di conversazioni che hanno strapazzato i precedenti record della piattaforma di San Francisco segnando un traguardo totale di oltre 672 milioni di Tweet.
È bene tenere presente però che, nonostante questo dato rappresenti il più alto numero di tweet associati ad un unico evento mai raggiunto da Twitter, è necessario considerare che gli eventi misurati dalla piattaforma di San Francisco erano solitamente limitati ad una sola giornata (Super Bowl, Finale di Champions League) e quindi impossibili da paragonare con un evento che ha avuto luogo per un periodo temporale più ampio come i 32 giorni dedicati alla Coppa del Mondo.
Per oltre un mese infatti, anche a causa del fuso orario, gli amanti del calcio presenti in tutto il mondo hanno commentato su Twitter gli eventi più emozionanti in ogni istante della giornata creando così un flusso continuo di conversazioni che inevitabilmente raggiungeva i picchi più alti in concomitanza delle partite con le partite in diretta.

Twitter ha recentemente fornito i dati conclusivi della competizione che certificano il successo del social che, nonostante non possa competere con Facebook in termini quantitativi, vanta invece un successo dal punto di vista della qualità delle iniziative intraprese per permettere agli utenti di seguire al meglio i Mondiali 2014.
La semifinale Brasile vs Germania è stata la partita più twittata con più di 35,6 milioni di Tweet: un vero e proprio record Twitter per un singolo evento mentre il trofeo per il giocatore più menzionato va a Neymar Jr (@neymarjr), il brasiliano del FC Barcelona che è stato costretto a saltare la disgraziata semifinale del Mineirazo 2014 a causa di un infortunio rimediato contro la Colombia. Alle spalle di O’Ney si piazza il compagno blaugrana Lionel Messi che è arrivato ad un soffio dal titolo con la sua Argentina e si è dovuto accontentare del premio per il Miglior Giocatore del torneo. L’uruguagio Suarez (@luis16suarez) completa il tridente dei giocatori più menzionati anche se la sua fama deriva più dal controverso episodio del morso all’italiano Giorgio Chiellini che dalle prestazioni in campo. Per pura combinazione, a partire dalla prossima stagione calcistica, i tre giocatori più menzionati su Twitter comporranno un tridente d’attacco stellare nel Barcelona, dato il recente acquisto di Suarez da parte dei catalani.

Twitter ha inoltre reso pubblici i dati delle cinque partite più twittate della Coppa del Mondo:

1. Brasile (@CBF_Futebol) vs. Germania (@DFB_Team) dell’8 luglio: 35,6 milioni di Tweet

2. Germania (@DFB_Team) vs. Argentina (@Argentina) #WorldCupFinal del 13 luglio: 32,1
millioni di Tweet

3. Brasile (@CBF_Futebol) vs. Cile (@ANFPChile) del 28 giugno: 16,4 milioni di Tweet

4. Olanda (@KNVB) vs. Argentina (@Argentina) del 9 luglio: 14,2 milioni di Tweet

5. Brasile (@CBF_Futebol) vs. Colombia (@FCFSeleccionCol) del 4 luglio: 12,4 milioni di Tweet


Tre dei cinque momenti più twittati si sono verificati durante la scottante sconfitta del Brasile per 7 a 1 nella semifinale contro la Germania dell’8 luglio, mentre gli altri due momenti appartengono alla Invece i cinque momenti che hanno generato i picchi più alti di Tweet Per Minuto (TPM) durante il Mondiale sono stati:

1. La Germania (@DFB_Team) ha sconfitto l’Argentina (@Argentina) vincendo la #WorldCupFinal del 13 luglio: 618.725 TPM, un record assoluto

2. Sami Khedira (Germania)  segna su assist di Mesut Özil (@MesutOzil1088) nella semifinale contro il Brasile dell’8 luglio: 580.166 TPM

3. Mario Götze (@MarioGoetze) (Germania) segna il gol della vittoria nella #WorldCupFinal  del 13 luglio: 556.499 TPM

4. Toni Kroos (@ToniKroos) (Germania) segna il suo secondo gol nella semifinale contro il Brasile dell’8 luglio: 508.601 TPM

5. 
Toni Kroos (@ToniKroos) segna il terzo gol della partita nella semifinale contro il Brasile dell’8 luglio: 497.425 TPM


Attraverso le animapp costruite dal reparto statistiche di Twitter (@TwitterData) ogni giorno sono state pubblicate le mappe interattive riconducibili ai singoli match così da comprendere l’effettivo impatto del gioco sugli utenti di tutto il mondo e la loro risposta su Twitter all’interno dei 90 minuti di gara.

Qui di seguito il link alle animapp di ogni partita del Mondiale: twitter.com/TwitterData/animapp





L’azienda di San Francisco ha inoltre pubblicato un video che riassume quanto accaduto al Mondiale attraverso i tweet e le immagini degli utenti, dimostrando ancora una volta come la sua immediatezza sia un vantaggio competitivo che permette a Twitter di diventare una vera e propria espansione dello sguardo e del pensiero umano, rendendo possibile la condivisione rapida delle emozioni.





Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email