Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Twitter colora il Cristo Redentore per la finale dei Mondiali

Un gioco di luci manovrato dalle preferenze degli utenti tingerà il simbolo di Rio de Janeiro con i colori di una delle due finaliste: Germania e Argentina.


Sta per calare il sipario sulla Coppa del Mondo, manca solo l'ultimo atto, la finale tra Germania e Argentina, simbolo di un eterno scontro tra il calcio sudamericano e quello europeo, un tempo opposti ma ora reciprocamente contaminati sul piano dello stile di gioco e del modo di concepire il calcio.

Nell'epoca dei social un avvenimento di tali dimensioni non poteva passare inosservato, a maggior ragione durante l'edizione dei Mondiali più social della storia in cui Facebook e Twitter in particolare si sono dati battaglia per il gradino più alto del podio tra le piattaforme di social networking più innovative e attente alla conversazione.

Se da un lato i numeri di Facebook sono, per ora, difficilmente replicabili da Twitter, l'uccellino blu ha però puntato sulla qualità delle iniziative e per la Finale del torneo ha organizzato un colpo ad effetto.
Già da mercoledì 9 Luglio e fino a Sabato 12, Twitter ha deciso di regalare ai propri utenti la possibilità di colorare uno dei simboli di questa edizione della Coppa del Mondo e del Brasile: la statua del Cristo Redentore di Rio de Janeiro.

Utilizzando l’hashtag #ArmsWideOpen insieme ad un hashflag (#GER o #ARG) oppure il nome delle due squadre impegnate nella finale all'interno dei loro tweet, gli amanti di Twitter potranno illuminare uno dei simboli di questo Mondiale. In base al numero di tweet inviati dagli utenti in riferimento all'una o all'altra squadra, il Cristo Redentore si tingerà infatti con i colori della nazionale più votata con un gioco di luci creativo.
Sabato 12, tra le 19.00 e le 21.00, il Cristo del Corcovado cambierà continuamente colore in base ai tweet degli utenti, intercettando quindi le loro preferenze per la squadra che dovrebbe laurearsi Campione del Mondo.

L'iniziativa di Twitter dimostra la particolare attenzione dell'azienda di San Francisco nei confronti del suo pubblico e dei maggiori eventi internazionali, confermando ancora una volta la mission principale: il coinvolgimento dei fan e la loro partecipazione attiva nella conversazione globale.
E contribuire a colorare di luce una delle opere statuarie più belle e famose del mondo con un semplice tweet è certamente sinonimo di coinvolgimento.

Ora la palla passa a Facebook.

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email