Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Rudi Garcia, primo allenatore in Serie A ad indossare i Google Glass

La Roma si è radunata a Orlando in Florida per incontrare i fan americani prima delle meritate vacanze. Con il campionato chiuso al secondo posto ora è tempo di sperimentare nuove tattiche e tecniche in vista della prossima stagione. Tra le innovazioni spiccano i Google Glass indossati da Rudi Garcia.







Durante il match amichevole giocato dai giallorossi contro la squadra di calcio locale degli Orlando City, gli sguardi degli spettatori si sono concentrati perlopiù sulla panchina dove stava avvenendo una svolta epocale per una compagine di Serie A. Sul volto concentrato dell'allenatore giallorosso facevano bella mostra di sé un paio di Google Glass, gli occhiali di Google considerati da più parti il futuro della digital life.
Garcia non è il primo allenatore ad utilizzare i Google Glass durante una partita per raccogliere dati sui giocatori in tempo reale. Lo scorso mese Germán Burgos, vice allenatore di Simeone all'Atletico Madrid era stato fotografato mentre indossava gli occhiali di Google impegnato a rilevare i dati del match.

Inoltre, grazie alla loro videocamera interna, i Google Glass consentono di registrare tutto ciò che l'utilizzatore sta guardando in quel momento, realizzando quindi un video che crea l'illusione di vedere il mondo con gli occhi di un'altra persona. La AS Roma ha infatti pubblicato Rudi Vision, il video del match ripreso con i Google Glass offrendo ai tifosi un'esperienza unica: la visuale del match dal punto di vista del proprio condottieri Rudi Garcia. Nel video l'utente vede esattamente tutto ciò che vede Garcia dalla panchina, comprese le decisioni e le discussioni tattiche con i collaboratori.



Se da un lato quindi i Google Glass rappresentano uno strumento tecnico per l'analisi statistica della partita in tempo reale, dall'altro possono essere anche utilizzati per il coinvolgimento dei propri tifosi offrendo loro una prospettiva di gioco finora impensabile e difficilmente ipotizzabile.

Recentemente ho discusso proprio di questo su Twitter con l'agenzia inglese WePlayCo e durante la conversazione è emerso che per i tifosi entrare nella testa degli allenatori rappresenterebbe un ulteriore passo verso una fan experience più intensa e innovativa. Tra gli allenatori più gettonati come possibili "cavie" sono spuntati Klopp del Borussia Dortmund, celebre per il suo gioco frizzante, e Luis Enrique, chiamato a ricostruire mentalmente e tecnicamente il Barça dopo il fallimento di Martino.


Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email