Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Addio alla Nazionale. L'annuncio shock di Ashley Cole su Twitter

Il terzino sinistro dei Tre Leoni ha reso pubblica la sua decisione di lasciare la Nazionale Inglese. Però ha preferito evitare una conferenza stampa ufficiale affidando invece i suoi pensieri a Twitter, la piattaforma social che sta assumendo sempre più il ruolo di ufficio stampa ufficiale degli atleti.










140 caratteri per chiudere una storia. Così Ashley Cole ha deciso di mettere fine alla sua esperienza con la Nazionale inglese dopo 13 anni. Con 105 presenze nella Nazionale maggiore si chiude l'avventura di uno dei terzini sinistri più forti del Regno Unito che ora ha deciso di farsi da parte e lasciare spazio agli astri nascenti della corsia difensiva sinistra.

L'annuncio lo ha dato lo stesso giocatore ma in maniera diversa a come tifosi e media sono abituati. Invece della classica conferenza stampa, Cole ha pubblicato un tweet dove ha rivelato la sua decisione dopo essersi consultato con il CT Inglese Roy Hodgson. Facendo leva anche sulle emozioni del momento, il difensore del Chelsea ha inoltre rivelato che la sua scelta è stata dettata dalla necessità di lasciare spazio ai giovani in modo da garantire un futuro al ruolo di terzino sinistro della Nazionale Inglese.




Infatti se per circa 10 anni il nunero 3 del Chelsea è stato il re incontrastato del ruolo, ora deve fare i conti con l'esplosione definitiva di due giovani sudditi di Sua Maestà: Leighton Baines dell'Everton e soprattutto il classe '95 del Southampton Luke Shaw, che quest'anno ha ulteriormente migliorato il proprio rendimento dopo la prima stagione in Premier League giocata da protagonista.

Cole paga anche le scelte di Mourinho: dopo l'insediamento dello Special One a Stamford Bridge, l'ex Arsenal si è visto sorpassare nelle gerarchie da Cesar Azpiliqueta, un segnale poco incoraggiante poiché lo spagnolo non è un mancino naturale ma Mourinho lo ha comunque preferito all'inglese nel ruolo di terzino sinistro.

Ashley Cole, consapevole che una sua convocazione ai Mondiali in Brasile sarebbe stata pressoché impossibile, ha deciso di uscire a testa alta da questa situazione e prima della pubblicazione dei 23 convocati di Hodgson, ha scelto di chiamarsi fuori dalla lista dei possibili giocatori selezionati.

La scelta comunicazionale di Ashley Cole è indice del cambiamento epocale che la nascita delle piattaforme social ha comportato nel panorama della comunicazione sportiva. Oggi tutto passa da Facebook, Instagram, YouTube, ma è Twitter il social che meglio si presta al ruolo di ufficio stampa 2.0. Sono infatti sempre di più i tweet che stanno entrando nella storia poiché simboli di rivoluzioni e cambiamenti: basti pensare all'impatto che l'annuncio del ritiro di Sir Alex Ferguson ha avuto non solo sul popolo di Twitter ma anche sugli utenti offline.

Ora una domanda sorge spontanea. In un mondo dove i social diventano fonti primarie di informazione per gli utenti, quale può essere il ruolo dei media tradizionali e delle agenzie di stampa? Rischiano di scomparire oppure possono reinventarsi da punto di vista editoriale in modo da non soccombere?

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email