Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Quali sono le squadre di Serie A più influenti su Twitter?

Il numero di followers non è l'unico dato su cui basarsi per monitorare una strategia di social media marketing. Spesso questo parametro è ritenuto essere un elemento cardine della misurazione social ma in realtà la bontà di una strategia non si verifica semplicemente osservando un dato passivo come il numero di followers. Passivo, perché spesso i followers seguono un brand non per l'abilità dei suoi social media managers di coinvolgere il pubblico, ma per un'affezione al marchio precedente all'arrivo delle piattaforme social, soprattutto in ambito sportivo.


Uno strumento interessante per misurare l'influenza dei brand è il Klout. Analizzando le piattaforme social su cui il brand è presente, Klout fornisce il Klout Score, un valore numerico compreso tra 1 e 100 che misura l'influenza social del brand interessato. È bene notare che il Klout Score è un numero convenzionale e,  come nel caso del numero di followers, non è possibile giudicare la qualità nell'uso dei Social Media da un singolo valore. Il punteggio Klout è però utile nel fornire una panoramica su quali sono gli account più attivi, quali i più coinvolgenti e influenti.

Utilizzando il Klout Score abbiamo cercato di capire quali sono i club di Serie A più influenti su Twitter.

#        

SQUADRA                      

TWITTER                    

1. A.C. MILAN
83
2. JUVENTUS F.C.
79
3. A.S. ROMA 78
4. F.C. INTER  78
5. S.S.C. NAPOLI
73
6. S.S. LAZIO
69
7. A.C.F. FIORENTINA
68
8. TORINO F.C.
60
9. PARMA F.C.
66
10. GENOA C.F.C.
64
11. UDINESE CALCIO
64
12. U.S. SASSUOLO
62
13. ATALANTA B.C.
61
14. BOLOGNA F.C.
61
15. HELLAS VERONA F.C. 
61
16. A.C. CHIEVO VERONA
60
17. CAGLIARI CALCIO
60
18. U. C. SAMPDORIA
57
19. CALCIO CATANIA
54

Come si può facilmente verificare dalla graduatoria la squadra in testa alla classifica è l'A.C. Milan, compagine che vanta il Klout Score più alto dell'intera Serie A, ma che è anche l'account più attivo con la più alta frequenza di post pubblicati. Ma il Milan non si ferma qui e conquista anche la vetta per il più alto numero di azioni per post (engagement) e può contare sul più elevato numero di influencers.
La media del Klout Score, misurato sull'intera Serie A, è pari a 67, un valore molto piccolo se paragonato ad altre leghe calcistiche europee: basti pensare che la Premier League vanta uno Score medio di 88 e oltre dieci club con un Klout Score maggiore di 90. Inoltre, come si può facilmente notare, le squadre del ranking sono solo 19, contro le 20 del campionato. Il Livorno infatti non ha ancora un account su Twitter, confermando ulteriormente l'arretratezza della Serie A rispetto ad altri campionati. La stessa Serie A su Twitter ha un Klout Score complessivo di 80 contro il 95 della Premier League.


Sebbene non debba essere un punto di arrivo o un obiettivo strategico, il Klout Score dovrebbe essere inserito all'interno di una strategia di social media marketing come punto di partenza per l'analisi del proprio brand e dei principali competitors. 
Analizzando quindi le differenze tra la Serie A e la Premier League emerge come nel massimo campionato italiano le squadre comunichino poco con i loro tifosi, preferendo un uso monodirezionale della comunicazione online, limitandosi alla pubblicazione di comunicati stampa in versione digitale. Per poter competere con i massimi campionati continentali non è fondamentale solamente migliorare le strutture e le leggi che governano il calcio, ma anche lavorare su una comunicazione che metta al primo posto il tifoso e che permetta realmente l'interazione bidirezionale e, quindi, il dialogo.

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email