Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

La partita dei tifosi nella #BattleOfTheStands

Coinvolgimento dei tifoso: tre parole che racchiudono la chiave del successo di una squadra sportiva.  Ovviamente il riferimento non è ai risultati sul campo raggiungibili invece con un’adeguata preparazione fisica e mentale dei giocatori e grazie alla spinta dei fan che dalle tribune incitano i propri beniamini.


Sarebbe doveroso da parte di ogni squadra ringraziare quelle migliaia di persone che dagli spalti urlano e applaudono per novanta minuti sfidando il sole di settembre e il gelo invernale, vestendo con orgoglio i colori della squadra.
E proprio per ringraziare i tifosi, che hanno sostenuto la squadra nonostante la retrocessione in Championship (l’equivalente inglese della nostra Serie B) il reparto media del Queens Park Rangers FC, squadra londinese con base a Loftus Road, ha lanciato una competition: la #BattleOfTheStands, la Battaglia delle Tribune.


Come rivela il sito ufficiale del club: “ Dall’inizio della campagna abbonamenti 2013/14 a Maggio, il club ha ricevuto centinaia di tweet e messaggi di Facebook da voi - i fedeli della R - attribuendo il rinnovo delll'abbinamento all'atmosfera elettrica e alle amicizie nate nella vostra sezione di Loftus Road.
Abbiamo deciso di creare una competition amichevole in modo che tutti i fan possano dire la loro sul perché la propria tribuna batte tutte le altre, nel nostro famoso stadio.”

Le regole della #BattleOfTheStands sono semplici: ai tifosi è stato chiesto di twittare il proprio amore per la curva dello stadio in cui solitamente prendono posto durante le partite utilizzando l’hashtag #BattleOfTheStands accompagnato da un pensiero personale e l’hashtag della curva di riferimento:



Ma la #BattleOfTheStands non è fermata a Twitter e ha coinvolto anche Facebook: i fan del QPR potevano votare anche cliccando “Like” sull'immagine della tribuna preferita presente nella gallery di Facebook.

“Contribuite a rendere la vostra tribuna l'orgoglio di Loftus Road e iniziando a postare già oggi”. Questo l’invito finale del media staff bianco azzurro.

I risultati non si sono fatti attendere: in soli sette giorni gli account social del club londinese hanno generato un consistente traffico di interazioni aumentando il tasso di fan engagement in un periodo in cui l’attenzione è lontana dal campo di gioco. 
Dopo un testa a testa tra due fazioni, l'annuncio della tribuna vincitrice è stato dato via Facebook e Twitter:



I tifosi più partecipativi sono stati premiati: le migliori dichiarazioni d'amore alla maglia dei Rangers sono state inserite in un wallpaper che farà bella mostra di se' come header image dei profili social del club.

La buona riuscita dell’operazione è dovuta al fatto che il tifoso moderno vuole vivere la realtà sportiva 24 ore su 24 e non solamente durante il week end, e i social media sono un mezzo per intrattenere e far divertire i supporters senza il campo e neppure i giocatori.


-->

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email