Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Calciomercato digitale

Tra sussulti, colpi last-minute e arrivi mancati il Calciomercato di Gennaio 2013 va in vacanza, lasciando il posto al calcio vero, quello giocato. Durante il cosiddetto “mercato di riparazione” le squadre sfruttano le possibilità offerte dalla finestra invernale per perfezionare i propri gli organici, in modo da assicurarsi il raggiungimento degli obiettivi prefissati ad inizio stagione. I direttori sportivi sono chiamati  perlopiù ad un delicato lavoro di sartoria sul tessuto della squadra; per l’acquisto dell’abito nuovo si attende invece l’estate, in cui la lunga finestra del calciomercato consente di agire in maniera meno frenetica.

Negli ultimi anni, i rivoluzionari cambiamenti che hanno stravolto il paradigma della comunicazione, hanno influenzato pesantemente le modalità di accesso alle informazioni: nell’era della digitalizzazione, gli utenti finali hanno iniziato a sfruttare i canali alternativi offerti da internet. Inevitabilmente anche il calciomercato è stato investito da quest’aria di cambiamento e ciò ha portato ad una profonda rottura con il passato. Solo una ventina di anni fa la notizia del trasferimento di un giocatore era monopolio di giornali e  tv, ma da qualche anno internet si è prepotentemente imposto come principale veicolo d’informazione del calciomercato.

Sono sempre di più i siti web nati con lo scopo di aggiornare il pubblico in tempo reale e che  sono ormai diventati un punto di riferimento per i tifosi, avidi di scoprire cosa si cela dietro le vuote dichiarazioni di facciata del proprio direttore sportivo.
La crescita esponenziale dell’ uso di tablet e smatphone ha inoltre favorito la nascita di applicazioni dedicate al calciomercato, spesso si tratta della versione “app” dei siti web specializzati nel calciomercato. In Italia le più scaricate sono:





In questo scenario i “vecchi media” come Tv e giornali arrancano: la velocità di accesso alle news offerte agli utenti dai siti web specializzati fanno sì che le notizie pubblicate dai media tradizionali vengano considerate dal pubblico, vecchie, perdendo quindi il loro status di news.

Importante è anche l'utilizzo dei social media; Facebook, Twitter e YouTube non sono più solo strumenti per veicolare il traffico di visitatori verso altre piattaforme, ma diventano parte integrante del processo d'informazione. Il loro essere "social" offre al tifoso la possibilità di interagire direttamente con la fonte esprimendo complimenti, critiche e opinioni personali. 

Da piattaforme di "info-interazione" i social media possono addirittura rivelarsi veicolo primario dell'informazione: nel caso della trattativa che ha portato l'attaccante francese Nicolas Anelka alla Juventus, la conferma ufficiale dell'arrivo a Torino è stata data dallo stesso giocatore che ha postato su Twitter una foto che lo ritraeva in partenza per una destinazione da lui non specificata, ma che tutti sapevano essere la città piemontese. Oltremanica, e più precisamente al Queens Park Rangers è stato il nuovo acquisto Loic Rémy ad auto-annunciare su Twitter e Youtube il suo approdo a Loftus Road.

Twitter è stato il mezzo utilizzato anche da Sergio Aguero che con un cinguettìo ha salutato l'ormai ex-compagno di squadra Mario Balotelli, passato all' AC Milan.


Degno di nota è stato l'uso che la Football League inglese ha fatto di Twitter: la federazione inglese ha creato un'apposita lista usando l'hashtag #FLtransfer contenente gli aggiornamenti di calciomercato riportati direttamente dalle squadre interessate. 

C'è chi sostiene che in un prossimo futuro i social media passeranno dall'essere solo strumenti d'informazione a veri e propri mezzi per "fare calciomercato". Questa previsione può sembrare azzardata ma le basi già ci sono. E' divenuto famoso in Gran Bretagna il caso del Newport County, squadra della quinta serie inglese, che ha ufficializzato attraverso Twitter il trasferimento in prestito di Jake Thomson al Lincoln City. Per il completare il passaggio del giocatore mancavano alcuni documenti e il Lincoln City, forse stizzito dall'annuncio anticipato, piuttosto che contattare il Newport attraverso i consueti mezzi ha preferito rispondere su Twitter, dando vita ad una situazione senza precedenti: la prima trattativa di mercato condotta via social media.



Ad oggi questo sembra uno scenario lontano ed surreale, ma è innegabile che i nuovi media abbiano cambiato profondamente il modo di intendere il calcio, e anche il calciomercato.

Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email