Social Media Sports News
_____________________________________________________________________________________________________________________________________

Il Social-Derby di Milano

Neanche il tempo di digerire la scorpacciata di Champions ed Europa League  – con l’impresa dell’Udinese ad Anfield, le vittorie di Lazio e Inter e la débâcle del Napoli al Philips Stadion – che già sabato si prevede un menù ricco, stavolta all’italiana, per la 7a giornata di campionato. Antipasto previsto per le 18.00 con la sfida tra Chievo e Samp, ma il piatto forte sarà servito solo domenica sera. In due portate. In contemporanea nel posticipo delle 20.45 si sfideranno infatti Napoli e Udinese, ma soprattutto Milan e Inter, in uno dei derby più caldi d’Italia, quello della Madunina.

Le origini storiche della rivalità del Derby di Milano si fondano sulla differente estrazione sociale dei tifosi delle due squadre: secondo la tradizione il tifoso interista era di origine borghese, mentre i supporters del Milan di origine operaia. Celebri sono diventati i soprannomi che le due tifoserie si sono affibbiate:  gli interisti chiamavano i cugini "casciavìt", che in milanese significa "cacciaviti", per sottolineare maliziosamente l'origine operaia della maggior parte dei tifosi rossoneri, mentre i milanisti chiamavano i nerazzurri "baùscia", cioè "sbruffone", essendo allora la tifoseria nerazzurra composta perlopiù dalle classi altolocate. Con il passare del tempo le modalità per “accendere” il derby e la sua atmosfera densa di passione sono cambiate. Come riportato in un precedente articolo Sky ha ideato il Tifa&Gufa, una sorta di derby tra i tifosi, i cui risultati campeggiano su un tabellone di Piazza Cairoli a Milano.
Una possibilità di analisi del Derby della Madunina di vista è quello offerto dai social. Blogmeter, piattaforma di analisi dei social media, ha cercato di determinare quale delle due compagini fosse “più social” in un'interessante infografica.

Ecco gli hightlights del social-match


PRIMO TEMPO

Parte subito forte il Milan che segna un punto di vantaggio a livello di fan: 11,7 milioni contro 1,7 dell’Inter.

La compagine Nerazzurra risponde però sul piano del Page Engagement: 6,7 interazioni (like, post, commenti e condivisioni) per ogni mille fan, il Milan solamente 1,4.

I rossoneri passano nuovamente in vantaggio con i loro 5.359 nuovi fans- per-day contro i 1.205 dell’Inter.

L’arbitro fischia la fine del primo tempo: la sfida su Facebook si conclude con il Milan in vantaggio per 2-1.
_____________________________________________________________

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo si apre con la sfida su Twitter.

Il Milan segna il terzo centro grazie al maggior numero di follower (709.000 contro 194.000) ma l’Inter accorcia le distanze: la squadra nerazzurra è più citata (77.000 menzioni contro le 59.000 dei rossoneri).

Ci avviciniamo al 90’ e il Diavolo conduce 3-2 sul Biscione, ma proprio allo scadere i nerazzurri agguantano il pareggio: rilevando il sentiment delle menzioni si può vedere come ben il 64,5% di queste siano positive per l’Inter. Al contrario, nel 51% dei casi il mood nelle menzioni del club di via Turati è negativo, anche per la politica al risparmio attuata dalla società nel mercato estivo e il conseguente indebolimento della rosa.

L’arbitro fischia la fine. Il Derby della Madunina si conclude con un pareggio: 3-3


Come in una vera e propria partita, rilevando punti di forza e di debolezza di ciascuna squadra, Blogmeter ha definito l'andamento del Social Derby di Milano. 
Anche se in campo sarà tutta un'altra cosa.



Francesco Bossoni

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing e Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.

Translate

L'autore

Francesco Bossoni è uno studente di Marketing & Comunicazione presso l'Università degli Studi di Bergamo (ITA), aspirante giornalista e amante del web e dello Sport. Dalle sue principale passioni -Comunicazione e Sport- egli sviluppa un grande interesse per lo sport digitale e comunicazione sportiva. Decide allora nel 2012 di lanciare sportsays.net, il primo blog italiano dedicato alla comunicazione social in ambito sportivo.


Portfolio website francescobossoni.me

Segui Francesco su Twitter

Collegati con Francesco su LinkedIn

Aggiungi Francesco alle tue cerchie su  Google+

Follow by Email